Blue Flower

FAST Academy mira a contrastare il disagio giovanile e il fenomeno della dispersione scolastica nella Provincia di Brindisi attraverso la sperimentazione di modelli di apprendimento innovativi che stimolino l’emersione del talento e della creatività dei giovani nella fascia di età 11 – 17 anni attraverso percorsi educativi interdisciplinari di edutainment, attività laboratoriali e collaborative, ambienti e linguaggi espressivi diversi, occasioni di aggregazione e dialogo anche grazie al coinvolgimento della comunità educante.

La Call for Masters di FAST Academy mira a individuare una community di educatori che si occuperanno operativamente di realizzare le attività e i percorsi laboratoriali permettendo ai giovani di imparare divertendosi e sviluppare competenze digitali, sociali, creative ed espressive.

Siamo alla ricerca di persone motivate, flessibili e proattive, che si dedichino con passione alla progettazione e realizzazione di attività laboratoriali e interattive con l’obiettivo di stimolare il coinvolgimento, la collaborazione e la creatività dei ragazzi nei seguenti ambiti: tecnologia, digitale, arte, musica, scienza, arti performative e multimediali, sviluppo sostenibile, rigenerazione urbana.

Possono candidarsi docenti, professionisti, imprenditori, educatori e tutti coloro che vogliono prendere parte al progetto perché mossi da un intento civico nell’interesse della comunità e dell’ecosistema territoriale, coloro che sono interessati a impegnare parte del proprio tempo dando il loro contributo allo sviluppo del protagonismo e del talento dei giovani per garantire loro un futuro di opportunità per la propria crescita personale e professionale.

Per leggere le Linee guida della Call for Masters, cliccate qui.

Invece il form per inviare la candidatura lo trovate qui.

Per candidarsi c’è tempo fino al 12 settembre.

Servizio di Assistenza Domiciliare e Centri Diurni per Anziani e Disabili al via!

Aperte le procedure per le richieste di attivazione del servizio a valere sui Buoni Servizio Anziani-Disabili.

Prende il via l’erogazione dei nuovi servizi di Assistenza Domiciliare (SAD) e integrata (ADI).

Le prestazioni, rivolte ad anziani e disabili non autosufficienti, sono realizzate direttamente nell’abitazione del richiedente al fine di garantire alle persone di restare nel proprio ambiente domestico.

Per l’accesso al servizio, che sarà erogato dall’Ambito Territoriale Sociale di Francavilla Fontana, potranno essere utilizzati i Buoni Servizio Anziani e Disabili finanziati dalla Regione Puglia e dall’Unione Europea. 

Per l’accesso al servizio SAD/ADI e, nel dettaglio, per l’accesso a prestazioni socio-sanitarie ex artt. 60, 60 ter, 88, oltre all’accesso a prestazioni socio-assistenziali ex artt. 68, 87, 105, 106,  si informa a quanti fossero interessati che le domande di Buono servizio da parte delle famiglie dovranno essere presentate anticipatamente, rispetto all’avvio dell’annualità stessa, ovvero dalle ore 12 di giovedì 1 agosto, fino alle ore 12 di lunedì 30 settembre. In caso di ammissione al beneficio il buono servizio richiesto nella prima finestra temporale della quarta annualità , darà diritto  ad una copertura della frequenza sino ad un massimo di 12 mensilità, dall’1 ottobre 2019, sino al 30 settembre 2020.

La domanda, come di consueto, potrà essere presentata esclusivamente on-line sulla piattaforma telematica dedicata su Sistema Puglia.

Come noto, per accedere al beneficio, è necessario che il destinatario finale (persona con disabilità o anziano non autosufficiente) abbia i seguenti 3 semplici requisiti:

  • possesso di un PAI in corso di validità, per l’accesso a prestazioni socio-sanitarie ex artt. 60, 60 ter, 88. Nel caso di accesso a prestazioni socio-assistenziali ex artt. 68, 87, 105, 106, possesso di una Scheda di Valutazione Sociale del caso in corso di validità;
  • ISEE ordinario del nucleo familiare in corso di validità non superiore a 40.000 euro;
  • In aggiunta, nel solo caso di disabili adulti e anziani non autosufficienti, anche:  ISEE ristretto in corso di validità non superiore a  10.000 euro (se persone con disabilità) e non superiore a 20.000 euro (se anziani non-autosufficienti over 65).

Nel corso della quarta annualità operativa 2019/2020, inoltre,  vi sarà  un’ulteriore finestra temporale in cui le famiglie potranno presentare domanda dall’ 1 febbraio 2020 al 31 marzo 2020, con validità massima del buono servizio per 6 mesi, a partire dall’ 1 aprile 2020, fino al 30 settembre 2020.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi agli Uffici di Segretariato Sociale presso i Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale di Francavilla Fontana che ricomprende anche Ceglie Messapica, Carovigno, Villa Castelli, San Michele Salentino, Oria. L’Ufficio presenterà il catalogo delle cooperative erogatrici del servizio che la famiglia può in assoluta libertà di scelta individuare. E se sei anziano oltre i 65 anni e hai già il servizio ADI della ASL, potrai ottenere fino al 30 giugno 2020 a condizioni agevolate il potenziamento del servizio con un OSS.

"Lo Sportello Unico per la Famiglia" (S.U.F.). Quando la semplificazione diventa una cura" è il titolo della divulgazione scientifica edita da "Welfare Oggi" di Maggioli Editore, pubblicata sul numero 3/2019 a firma del nostro Direttore Generale Dott. Gianluca Budano, anche nella sua qualità di Consigliere di Presidenza Nazionale ACLI con delega alle Politiche della Famiglia, della Salute, sulla Non Autosufficienza e la Povertà Educativa e Minorile.
Proporre dalle pagine della più importante rivista scientifica italiana in materia di politiche sociali e di welfare, una sperimentazione nel modello di welfare d'accesso, è per la nostra struttura pubblica motivo di grandissimo orgoglio.
Da leggere con attenzione. Di seguito il testo dell'articolo.


https://documentcloud.adobe.com/link/track…

Vedi Video ipertestuale

Dopo l'approvazione del Piano Sociale di Zona di qualche mese fa, è arrivata l'approvazione del Piano Triennale contro la Povertà dell'Ambito Territoriale Sociale di Francavilla Fontana che raggruppa anche i Comuni di Carovigno, Ceglie Messapica, Oria, Villa Castelli, San Michele Salentino per una popolazione complessiva di circa 103.000 abitanti.
Il Piano potenzia la rete di contrasto alla povertà prevedendo le risorse necessarie per avere una assistente sociale ogni 5000 abitanti, ma anche aggiungendo 3 figure professionali nuove ai Servizi Sociali: 1 psicologo, 1 sociologo e un mediatore linguistico.

"Un nuovo risultato positivo per il nostro territorio e per le fasce più deboli della popolazione, che ci consente di traguardare standard mai visti prima, di cui i nostri Comuni devono andare fieri" - dichiara Angelo Palmisano, Presidente Ambito BR 3 e Vice Sindaco di Ceglie Messapica con delega alle Politiche Sociali, che aggiunge "finalmente avremo una rete integrata per la lotta alla povertà, dove ai fabbisogni emergenti e mutati, corrisponderanno modelli di presa in carico nuovi, come l'introduzione del mediatore linguistico di Ambito dimostra chiaramente"

"Subito implementeremo attività sul modello dei market solidali, sostenendo esperienze di questo tipo già presenti sul territorio, per soddisfare i bisogni dei più poveri erogando direttamente beni e servizi, eliminando progressivamente i contributi economici, sacca potenziale di mero assistenzialismo e strumento inadeguato a lottare efficacemente la povertà" - dichiara Giuseppe Bellanova, Vice Presidente del Consorzio e Presidente della Commissione Servizi Sociali del Comune di Francavilla Fontana".

"Una rivoluzione copernicana nella gestione dei servizi sociali, che assumono la regia piena di ambito, dotano il territorio delle risorse umane necessarie e sposano la logica che se il disagio è complesso, ci vogliono più professionalità per affrontarlo, in equipe. Da qui l'introduzione dello psicologo, di un numero adeguato di assistenti sociali, del mediatore linguistico e del sociologo, che si aggiungono ad educatori e tecnici dell'inclusione già in forza al Consorzio grazie al Pon Inclusione, perché nessun aspetto del disagio venga trascurato e perché i cambiamenti nella società vengano monitorati, per dotare il territorio di politiche e servizi di welfare adeguati alle esigenze dei cittadini" - commenta soddisfatto il Direttore Generale del Consorzio Ambito BR 3 Dott. Gianluca Budano.

Il Consorzio ha avuto il pieno e unanime plauso delle organizzazioni sindacali convocate in sede di concertazione, che hanno validato anche la "Carta dei Servizi di Ambito", presto operativa anche attraverso una app, oltre a brochure e social network.

Con l'occasione è stata data notizia dell'approvazione del "Progetto Tavola Rotonda", il piano di contrasto allo spreco delle eccedenze alimentari dell'Ambito di Francavilla, finanziato dalla Regione Puglia nei giorni scorsi e che sarà oggetto di apposita divulgazione pubblica nelle prossime settimane.

La nuova rete di lotta alla povertà potrà così contare su circa 1 milione e 600000 euro in più rispetto al Piano di Zona di recente approvato per il prossimo triennio.