Blue Flower

Domenica 10 dicembre, alle ore 9,30 presso il teatro dell’Istituto Salesiani in via Appia a Brindisi, avrà luogo l’importante convegno “La Prevenzione e la devianza giovanile”; con la presenza delle 3 Agenzie Educative: Famiglia, Chiesa e Scuola, i 3 pilastri della nostra nazione.

La Fondazione Giuseppe Lazzati Brindisi con il notaio Michele Errico sono sensibili, da sempre, ai problemi che assillano da troppo tempo la nostra Società.

 

Il convegno vuole ridare speranza e fiducia ai nostri giovani ed alle loro famiglie, richiamando all’impegno civico tutte le persone di buona volontà: cristiani che scelgono di essere protagonisti di un risveglio delle coscienze, operando in prima persona per una “Brindisi Virtuosa“. Tutti possono farlo, anche tu puoi! basta volerlo..partecipa con noi al cambiamento, non delegare.

Ricco il parterre degli ospiti che dialogheranno con Michele Errico:

  • Rev. Carmelo Guarini – Filosofo e Teologo (autore del libro “Il gioco, la crisi, la svolta”)
  • Emanuele Amoruso – Sociologo
  • Gianluca Budano – Presidente Acli Nazionale Famiglie
  • Lorenzo Maggi – già Sindaco di Brindisi
  • Antonello Micia – Presidente Istituto Alberghiero Brindisi
  • Oronzo Pennetta – Presidente Provinciale Coni
  • conclude i lavori il Rev. Giampaolo Roma – Direttore Istituto Salesiani Brindisi.

“…quello che più preoccupa non è tanto questa o quella causa, questa o quella ombra, quanto piuttosto un insieme di ombre che si sommano le une alle altre in una catena di interdipendenza dagli effetti moltiplicatori, fino a comporre un quadro che non è affatto positivo. Questa miscela può diventare esplosiva: questo malcontento può essere strumentalizzato in senso massimalistico e demagocico oppure rifluire nell’apatia civile o trovare infine sblocchi individualistici o devianti. E questo può accadere se la politica, la società civile, la scuola, le istituzioni in genere non intervengono in tale situazione avviando un’opera di trasformazione di se stesse. Se non intervengono, il “legame sociale” rischia di incrinarsi e di indebolirsi ancora di più, e quel patrimonio sul quale riposa ogni convivenza sociale e civile e che si chiama “fiducia”, motore di ogni progetto di vita di un qualche respiro, rischia a sua volta di disperdersi e scomparire…dall’introduzione ai “Giovani brindisini” di Michele Errico – Edizioni Fondazione Giuseppe Lazzati Brindisi.

fonte: https://www.fondazionelazzatibrindisi.it/